11Set/17

Studiare rende felici

Riportiamo l’articolo apparso su Avvvenire del 27/08/2017 scrito da Leonardo Becchetti come augurio per tutti coloro che iniziano le scuole … che sia una riflessione anche per i genitori, un invito ai docenti e una consapevolezza per i ragazzzi.

Le recenti considerazioni della ministra Valeria Fedeli sull’obiettivo dell’istruzione  obbligatoria a 18 anni (come in Germania) «per aumentare il benessere dei cittadini» hanno solidissimi fondamenti. L’ultima indagine dell’Eurobarometro (2016) rileva che la quota dei cittadini soddisfatti della propria vita è al 56% tra coloro che hanno smesso di studiare prima di 15 anni, sale a 67% tra chi ha smesso tra i 16 e i 19 anni, s’impenna sino al 74% tra chi ha concluso gli studi oltre i 20 anni per arrivare, infine, all’85% tra chi sta ancora studiando. Quasi 30 punti percentuali tra il livello minimo e massimo di istruzione sono un dato impressionante.

Continue reading