Auguri di una santa Pasqua

 

risortoDomandiamo a Gesù risorto,
che trasforma la morte in vita,
di mutare l’odio in amore,
la vendetta in perdono,
la guerra in pace.
Sì, Cristo è la nostra pace
e attraverso di Lui
imploriamo pace per il mondo intero.

(Papa Francesco)

Preghiera alla Croce

Riportiamo la bellissima preghiera di papa Francesco recitata al temine della cvia crucis, ci ricorda come Cristo muore ancora oggi in tante situazioni di angoscia e di morte del nostro tempo.
padre croce
Via Crucis del Venerdì Santo  Colosseo – 2016
O Croce di Cristo!
O Croce di Cristo, simbolo dell’amore divino e dell’ingiustizia umana, icona del sacrificio supremo per amore e dell’egoismo estremo per stoltezza, strumento di morte e via di risurrezione, segno dell’obbedienza ed emblema del tradimento, patibolo della persecuzione e vessillo della vittoria.

O Croce di Cristo, ancora oggi ti vediamo eretta nelle nostre sorelle e nei nostri fratelli uccisi, bruciati vivi, sgozzati e decapitati con le spade barbariche e con il silenzio vigliacco.

O Croce di Cristo, ancora oggi ti vediamo nei volti dei bambini, delle donne e delle persone, sfiniti e impauriti che fuggono dalle guerre e dalle violenze e spesso non trovano che la morte e tanti Pilati con le mani lavate.

Leggi tutto “Preghiera alla Croce”

#prayforBelgium

prayforbelgiumDue giorni dopo gli attentati, su twitter, l’hastag più usato resta #preyforbelgium. L’invito alla preghiera per le vittime degli attentati.

Penso sia una cosa notevole che abbia generato 275.375 tweet il 24 marzo. Non dimentichiamo che l’Europa non ha voluto sottoscrivere le sue radici cristiane nella Costituzione (che poi non è stata approvata) e non dimentichiamo neppure che Twitter è il social network dell’emozione.

Questo hastag è perciò particolarmente significativo: mentre tutti i giornali pongono l’attenzione alla rabbia, alla paura che genera vendetta e all’assurdità del dolore, la coscienza delle persone comuni si rifugia naturalmente nella preghiera, probabilmente nella maggior parte dei casi la preghiera personale. Davvero Dio non è morto! Forse è morta l’idea di un’europa multiculturale basata sulla superiorità razionale del pensiero occidentale? Forse torneremo a pregare insieme per i mali del mondo? Forse riscopriremo che il valore “Fraternità” è comprensibile se abbiamo un unico Padre?

Preghiamo per le anime delle vittime degli attentati e anche per gli attentatori, preghiamo per i feriti e per le loro famiglie. #prayforbelgium

Venerdì 18 marzo, festa del perdono

Alle 20.30 in Pieve la celebrazione Penitenziale comunitaria, è l’esperienza del perdono. Nell’anno della misericordia e in preparazione alla Pasqua la possibilità di riconciliarsi con il Padre.

Grazie Santità

Facciamo gli auguri al Papa per l’inizio del suo quarto anno di pontificato. Ci uniamo ai vecovi italiani che hanno inviato questi auguri per il terzo anniversario dell’elezione di Papa Francesco (13 marzo):

“Padre Santo, come Episcopato italiano siamo contenti di stringerci attorno a Lei in occasione del terzo anniversario della Sua elezione. Il nostro augurio si fa riconoscenza per il dono della Sua parola, arricchita da segni e iniziative che orientano il cammino delle nostre Chiese verso una nuova tappa evangelizzatrice. Desideriamo e ci impegniamo affinché essa sia marcata da quella gioia che, come Lei ci testimonia quotidianamente, nasce dall’incontro con il Signore Gesù e porta ad avere a cuore ognuna delle persone e delle comunità affidate alla nostra cura pastorale.
Insieme a Lei intendiamo portare tale responsabilità, offrendo a tutti testimonianza di unità cordiale con il Successore di Pietro e di operosa fraternità tra noi.
Nell’assicurarLe la nostra preghiera, Le chiediamo di benedirci e di incoraggiarci ancora su tale strada, così da renderci sempre più segno vivo del Risorto nel mondo di oggi, attenti a promuovere una cultura della vita, in un rinnovato servizio di autentica carità”.