Quaresima 2020 proposte didattiche per bambini - religione

OBBIETTIVO: spiegare il senso cristiano della Quaresima come tempo di “mortificazione” che ci prepara alla Pasqua “risurrezione”

STRUMENTI: una canzone tratta dai sussidi al catechimo CEI per i bambini, analisi con immagini e riferimenti perché i genitori possano accompagnare  i bambini a cogliere le suggestioni educative che il testo può dare

MEZZI: racconto (lettura dei genitori) e ascolto (della canzone) non è suggerito alcun video per liberare la fantasia dei bambini che possano “farsi un’idea” sono suggerite diverse immagini per aiutare questo processo 

L’allegro motivetto richiama la vita e la natura. Dall’Autunno all’Inverno arriva la Primavera. Il contenuto educativo Cristiano è l’applicazione a Gesù: la sua Risurrezione nella Pasqua è l’inizio della creazione nuova. 

il contenuto più arduo e più necessario da spiegare è il concetto di SACRIFICIO, che tuttavia è esemplificato nelle frasi di ritornello: 

se speranza vuoi donar devi nell’anima a qualcosa rinunciar” 

questa storia vuol dir che se vuoi vivere devi prima morir

TESTO DELLA CANZONE

L’albero di Giuda 

c’ha i fiori rossi

dalla vergogna,

mentre i vecchi ulivi

le fronde piegano

dal dolor.

e nel getzemani

piange Gesù,

i suoi discepoli

non gli son vicini più.

E le foglie cadono

come lacrime

dalle quercie,

cadono dai pioppi,

dalle betulle,

senza rumor

lasciano l’albero

e come Gesù

la terra abbracciano

ché la vita non han più

Gira Girandola

se speranza vuoi donar

devi nell’anima

a qualcosa rinunciar

Gira Girandola 

questa storia vuole dir

che se vuoi vivere

devi prima morir

Giunge poi l’inverno

e di neve e gelo

ricopre il mondo,

ma le foglie morte

in un buon concime

tramuterà

allora la linfa ancor

circolerà

e così gli alberi

sul Calvario fioriran.

Ed infine scoppia

la primavera

coi suoi profumi,

con tutti colori.

Al cielo pregano

in coro i fior,

le foglie morte ormai

non ci sono più.

Vuoto è il sepolcro, ma 

ora vive in noi Gesù 

Gira Girandola

se speranza vuoi donar

devi nell’anima

a qualcosa rinunciar

Gira Girandola 

questa storia vuole dir

che se vuoi vivere

devi prima morir

L’albero di Giuda cresce in tutto il bacino del mediterraneo: è l’albero sotto il quale, nell’orto degli ulivi Giuda ha dato il bacio del tradimento a Gesù. 

sotto il link per i brani evangelici e la storia botanica dell’albero di Giuda 

GETZEMANI L’immagine (tavola di Duccio da Boninsegna Museo Cattedrale di Siena) raffigura Gesù al centro che invita i discepoli alla preghiera (Lc 22,39-47) ma a appena si separano Gesù (sulla destra) prega il Padre mentre i discepoli (rannicchiati a sinistra) si addormentano. È da presentare come un fumetto.

come Gesù la terra abbracciano: le foglie (polvere e terra) e l’emozione triste delle lacrime (acqua che irrora la terra) diventano l’esempio della morte di Cristo 

Le foglie morte in buon concime tramuterà: qui si può citare e leggere la parabola del chicco di Grano per spiegare cosa fà e cosa intende Gesù per il SACRIFICIO e MORTIFICAZIONE: morire a se stessi per risorgere a una vita più ricca e che porti molto frutto: 

Le foglie cadono in autunno questa è l’esperienza che facciamo tutti, va fatta ricordare al bambino/a

è collegata dal testo alle lacrime che scendono dagli occhi: la realtà è triste (SACRIFICIO, MORTIFICAZIONE) ma l’esito sarà positivo nella prossima strofa

L’immagine di Fra Semplice da Verona (1650) raffigura Gesù deposto dalla Croce, in terra, come le foglie. 

CONSIGLIO fate due passi per Soncino e sostare davanti al Compianto nella Chiesa di San Giacomo, è proprio quest’immagine da accostare all’emozione delle foglie che cadono per comprendere il Cristo che dona la vita. Il gruppo scultoreo di terracotta del XV è una delle opere notevoli del nostro territorio. 

L'immagine di Fano esprime bene il valore del sacrificio di Cristo che porta frutto

La linfa ancor circolerà indica la primavera ma anche la VITA divina in Gesù che nasce dalla Croce: l’antico mosaico di San Clemente a Roma ci aiuta a comprendere il concetto dell’albero di vita:  è raffigurato in basso un grande cespo di acanto entro il quale il cervo lotta col serpente malefico e dal quale si diramano i girari che formano un arabesco che riempie tutto lo spazio absidale. La Croce si innalza sopra il cespo d’acanto. Sulla Croce c’è Cristo, patiens, ma in un certo modo anche triumphans, e dodici colombe che simboleggiano gli Apostoli. Ai lati della Croce ci sono Maria e Giovanni. In alto, sporge la mano del Padre con la corona di gloria per il Figlio. Dal cespo di acanto derivano quattro rivoli (come i Vangeli) a cui si abbeverano i cervi (le anime assetate dei fedeli): è la simbologia dell’aiuto della Grazia all’umanità. 

È un’immagine di primavera che riempie di vita tutto il creato, è da leggere come un fumetto.  

N.B. nella spiegazione si è cercato di evitare tutto il dramma e la violenza della “morte in croce di Gesù” non perché non ci sia, ma per queste due ragioni: per non traumatizzare i bambini e per cogliere la chiave di lettura religiosa dell’evento croce e morte di Cristo 

PROPOSTA ATTIVITA’ 

Realizzare una Girandola qui un tutorial per il lavoretto da fare a casa … 

LA GIRANDOLA è da intendere come “allegria”, “energia”, “vita” , mossa dal vento (dello SPIRITO SANTO) e se si segnasse una punta della girandola (intesa come l’apice di uno dei quattro angoli) sarà evidente come la vita è fatta di alti e bassi. Il punto è su, il punto è giù. NON CONFONDIAMO questa idea con l’idea del “CERCHIO DELLA VITA” della famosa canone di Spagna (la colonna sonora del Re Leone), la vita non “è una giostra che va” e l’idea che “ogni vita lo sa che rinascerà” sembra chiaramente parlare della reincarnazione. Nella canzone chi muore è la foglia che poi dà nutrimento alla terra, non la pianta. L’inverno non è “morte” è “freddo”. Nella vita ci sarà tanto “freddo” e tanto “caldo”, più si dona più c’è caldo, più ci si sacrifica per gli altri più si ama. La vita non è un cerchio dove tutto torna ma una semiretta, parte dalla nascita e prosegue per l’infinito.